Titolo Impact of 900 MHz electromagnetic field exposure on main male reproductive hormone levels: a Rattus norvegicus model.
Rivista Int J Biometeorol.
Numero 2013 Dec 20. [Epub ahead of print]
Autori Sepehrimanesh M1, Saeb M, Nazifi S, Kazemipour N, Jelodar G, Saeb S.
Enti Department of Biochemistry, School of Veterinary Medicine, Shiraz University, P.O. Box 71345-1731, Shiraz, Iran
Link http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24357488
Accesso http://link.springer.com/article/10.1007%2Fs00484-013-0771-7#page-1

 

Abstract

 

Questo lavoro analizza gli effetti dell'esposizione a campo elettromagnetico a radiofrequenza (RF-EMF) sul sistema riproduttivo dei topi maschi, valutato dalla misurazione dei livelli in circolo di FSH, LH, inibina B, activin B, prolattina e testosterone. Venti topi adulti Sprague-Dawley ( 180 ± 10 g ) sono stati esposti a RF-EMF a 900 MHz in quattro gruppi separati. La durata dell'esposizione è stata 1,2, e 4 ore/giorno su un periodo di 30 giorni e gli animali non esposti sono stati tenuti nelle stesse condizioni ambientali del gruppo degli esposti eccetto la mancanza di esposizione a RF-EMF. Prima dell'esposizione, a 15 e 30 giorni di esposizione, è stata eseguita la determinazione dei sopracitati livelli ormonali utilizzando il metodo ELISA (enzyme-linked immunosorbent assay). Alla fine dell'esperimento, i valori FSH e LH del gruppo con tempo di esposizione prolungato sono stati significativamente più alti che quelli del gruppo dei non esposti (p<0.05). Nel gruppo con tempo di esposizione prolungato il livello sierico di activina B e prolattina hanno mostrato un significativo aumento e la inibina B ha mostrato una diminuzione significativa rispetto ai non esposti e al gruppo degli esposti per breve tempo dopo 30 giorni di esposizione a RF-EMF (p<0.05). Inoltre, nel gruppo con tempo di esposizione prolungato è stato trovata una diminuzione significativa dei livelli sierici di testosterone in confronto al gruppo dei non esposti e dei brevemente e dei moderatamente esposti, dopo 30 giorni di esposizione a RF-EMF. I risultati suggeriscono che i livelli ormonali riproduttivi sono disturbati a causa dell'esposizione a campi elettromagnetici a radiofrequenza (RF-EMF) e possono eventualmente influire sulle funzioni riproduttive. Le concentrazioni di testosterone e inibina B come markers di fertilità e la spermatogenesi sono diminuiti significativamente.