Titolo Autism: An epigenomic side-effect of excessive exposure to electromagnetic fields
Rivista International Journal of Medicine and Medical Sciences
Numero Vol.5(4), pp. 171-177
Autori Yog Raj Ahuja1*,Sanjeev Sharma2 and Bir Bahadur3
Enti 1 Department of Genetics and Molecular Medicine, Vasavi Medical and Research Centre, 6-1-91,Khairatabad,Hyderabad 50000 4,India.
2 Department of Clinical Pharmacology, Apollo Hospital, Jubillee Hills, Hyde rabad,500033, India.
3 Department of Genetics, Shadan College, Khairatabad, Hyderabad 500004, India.
Link http://www.academicjournals.org/journal/IJMMS/article-stat/515B60395
Accesso http://www.academicjournals.org/article/article1378991538_Ahuja%20et%20al.pdf

Abstract

L'autismo è un disordine che principalmente coinvolge il sistema nervoso. E' caratterizzato da mancanza di comunicazione, linguaggio incoerente e movimenti ripetitivi incoerenti. La sua insorgenza avviene nella prima infanzia e la sua incidenza è riportata in aumento. Vari geni e fattori ambientali sono stati implicati nella genesi dell'autismo, e i campi elettromagnetici possono essere uno di tali fattori ambientali. L'industrializzazione ha introdotto un ampio numero di dispositivi elettronici attorno a noi. L'utilizzo indiscriminato di tali dispositivi, particolarmente i telefoni cellulari, ha sollevato l'interrogativo sull'inquinamento elettromagnetico e del rischio sulla salute causato dal loro uso. I campi elettromagnetici emessi durante la loro messa in funzione non hanno energia sufficiente per causare alterazione al DNA in maniera diretta; tuttavia, è disponibile un'ampia evidenza da studi in vitro e in vivo per dimostrare la loro capacità di causare alterazioni al DNA indirettamente, come anche modifiche epigenetiche. In aggiunta ad alterazioni genetiche, le modifiche epigenetiche possono avere un ruolo importante nel causare disturbi al sistema nervoso conducenti a disordini neurodegenerativi, incluso l'autismo.