elettrosensibilitàL'elettrosensibilità è una reazione soggettiva a una particolare sorgente di campo elettrico,magnetico, elettromagnetico, per esempio telefoni cellulari, computer, prossimità ad elettrodotti o stazioni radio base. I sintomi lamentati sono ad ampio spettro e possono includere stanchezza cronica, mal di testa, problemi dermatologici, problemi cardiaci e molti altri. In estrema sintesi, si tratta di un fattore ambientale, l'elettrosmog, che introduce stress nell'organismo, il quale reagisce in modo aspecifico con i sintomi accennati. Nei soggetti colpiti, è spesso associata alla sindrome di sensibilità chimica multipla (MCS).

Nella maggior parte dei casi nostrani, i medici a cui ci rivolgiamo non hanno la minima idea del problema e non ne tengono conto nelle loro diagnosi, quando le persone si rivolgono a loro esponendo il loro malessere. Quando il tema dell''elettrosensibilità viene sottoposto loro, si dichiarano non a conoscenza oppure in certi casi la liquidano come fantasia. Ma in paesi più avanzati del nostro, come in Svezia, l'elettrosensibilità è una patologia riconosciuta e presa in considerazione nella formulazioni delle diagnosi soggettive. In quel paese, le statistiche dicono che ne è affetta circa il 5% della popolazione.

pdf 50La Linea guida per la diagnosi e il trattamento di problemi di salute e malattie collegate ai campi elettromagnetici (sindrome EMF) è stata redatta dall'Associazione Medica Austriaca nel Marzo 2012 per supportare la classe medica nella corretta diagnosi della sindrome di elettrosensibilità, in presenza dei sintomi accennati sopra. Ne raccomandiamo la distribuzione al vostro medico.