wireless accesso 480

Secondo un rapporto preparato dai Bell Labs e dall'Università di Melbourne [1], l'esplosiva crescita di sistemi di accesso wireless alla rete, quali laptop, smartphone, tablet, ha un profondo impatto sul consumo energetico dei servizi offerti in rete.

smog CO2Il rapporto mostra che considerando nel complesso tali servizi, la maggiore frazione di energia è spesa nell'accesso wireless. I calcoli mostrano che entro il 2015, l'infrastruttura wireless arrivi a consumare ben 43 Terawattora (TWh), in confronto agli appena 9.2 Twh del 2012, un aumento del 460%. Questo aumento, in termini di impronta ecologica, corrisponde a un aumento da 6 milioni di tonnellate di CO2 nel 2012 fino a 30 milioni di tonnellate di CO2 nel 2015. Fino al 90% di questo consumo è attribuibile alle tecnologie di accesso wireless, mentre la frazione attribuibile ai data center è di appena il 9%. Una semplice considerazione, riguardante l'elettrosmog generato dai sistemi wireless: tutta questa nuova energia radiante, mai presente in tali quantità prima d'ora è immessa nella biosfera, coinvolgendo il genere umano e tutti gli altri organismi viventi del pianeta.

 

Riferimenti:

[1] The Power of Wireless Cloud - An analysis of the impact on energy consumption of the growing popularity of accessingcloud services via wireless devices - CCET.

energia wireless 320