Belpomme - Comment naissent les maladies Et que faire pour rester en bonne santéE' stato pubblicato da pochi giorni il libro intitolato "Comment naissent les maladies Et que faire pour rester en bonne santé" (Come sono nate le malattie. E cosa fare per rimanere in buona salute), autore il famoso Professore Dominique Belpomme, che espone le sue tesi che rivoluzionano la medicina convenzionale. Restituendo il paradigma ambientalista al centro di diagnosi e cura, dimostra brillantemente la responsabilità per il nostro ambiente nel raggiungimento della nostra salute.

Di seguito due brevi estratti riguardanti i bambini esposti a campi elettromagnetici:

 

"E' nei bambini, a causa della loro estrema vulnerabilità, che i principali disturbi legati ai campi elettromagnetici sono più da temere. Bambini di età compresa tra due e tre anni sono stati portati da me per la consultazione, perfino bambini di tre o quattro mesi, strillando per il dolore, indicando le loro tempie con le dita, quando, per caso, si trovano in prossimità di un router Wi-Fi. Ho esaminato bambini più grandi e adolescenti che presentano mal di testa, disturbi dell'attenzione e della concentrazione, disordini della memoria, mi si dice che nelle scuole, "collège", istituti superiori, un'access point o dei computer con connessione Wi-Fi sono stati installati e l'insegnante non capisce il motivo per cui questi bambini o questi adolescenti sono dislessici o presentano disturbi comportamentali. L'intolleranza di un bambino può diventare talmente grave che, non essendo più in grado di entrare nell'aula, semplicemente e nettamente rifiuta di andare a scuola. E' chiaro che il rischio di psicosi non si può escludere, anche se la nostra attuale comprensione è che non ne abbiamo la prova.
...
Sono venuti da me adolescenti per un consulto, dopo aver abusato nell'utilizzo di telefoni cellulari (diverse ore al giorno) o nell'uso di computer dotati di Wi-Fi (più di 12 ore al giorno), che presentavano uno stato clinico-biologico vicino al morbo di Alzheimer. In particolare, uno di loro, di quindici anni d'età, ha dormito per tre o quattro anni con il suo telefono cellulare acceso sotto il cuscino ed era afflitto da tale condizione. Incapace a trovare la via d'uscita dal mio ufficio, egli dovette farsi guidare dalla mano della madre. Inoltre, esistono rischi nei casi di esposizione di donne in gravidanza a campi elettromagnetici, con la conseguente possibilità di aborti, la comparsa di difetti nei bambini alla nascita o successivamente, gravi sintomi neuro-psichiatrici nei loro bambini. Tali rischi sono attualmente oggetto di studio."
 
Riferimenti:
[3] Biografia Professor Belpomme link link