cellulareLo scorso 25 maggio 2016, Microwave News ha dato la notizia che lo studio da 25 milioni di dollari condotto dal National Toxicology Program (NTP) americano ha trovato incidenze significative di cancro in ratti esposti per due anni a radiazioni del tipo di quelle emesse da telefoni cellulari.

Riportiamo di seguito la notizia, tradotta in italiano.

A seguire, l'aggiornamento pubblicato su Microwave News il giorno successivo, 26 Maggio 2016, tradotto in italiano.


Articolo originale di Microwave News (25 Maggio 2016):

Cell Phone Radiation Boosts Cancer Rates in Animals;
$25 Million NTP Study Finds Brain Tumors
U.S. Government Expected To Advise Public of Health Risk

Indirizzo dell'articolo originale:

http://microwavenews.com/news-center/ntp-cancer-results

 

Le radiazioni prodotte dai cellulari aumentano l'incidenza di cancro negli animali; uno studio da 25 milioni di dollari condotto dall'ente governativo americano NTP trova casi di tumore al cervello.

Prevista una comunicazione al pubblico da parte del governo USA

La controversia su cellulari e tumori non sarà mai più la stessa.

L'ente americano National Toxicology Program (NTP) prevede di annunciare pubblicamente che le radiazioni del telefono cellulare presentano un rischio di tumori per gli esseri umani. La novità arriva poco dopo che il loro recente studio ha mostrato aumenti significativi di cancro tra ratti esposti a segnali GSM e CDMA per due anni.

Dibattiti sono attualmente in corso tra le agenzie federali su come informare il pubblico in merito alle nuove scoperte. I dirigenti senior di NTP ritengono che tali risultati debbano essere rilasciati il più presto possibile perchè quasi tutti sono esposti alle radiazioni prodotte dai cellulari e quindi praticamente tutti sono potenzialmente a rischio.

I nuovi risultati contraddicono l'opinione comune, avanzata da medici, biologi, fisici, epidemiologi, ingegneri, giornalisti e funzionari di governo, tra i vari esperti, che tali effetti sono impossibili. Questo punto di vista si basa, in parte, sulla mancanza di un meccanismo riconosciuto per l'induzione del cancro da parte delle radiazioni a radiofrequenza. Per esempio, all'inizio di questa settimana (22 Maggio) un medico in Michigan ha scritto un articolo d'opinione per il Wall Street Journal dichiarando che "Non vi è alcun meccanismo conosciuto con cui i telefoni cellulari causano tumori al cervello." Si è spinto a sostenere che non c'e' bisogno di avvertire il pubblico sui rischi per la salute.

I risultati di NTP mostrano che nei ratti esposti, man mano che si aumenta l'intensità della radiazione, lo stesso accade per l'incidenza del cancro. "C'è stata una significativa relazione dose-risposta," ha detto a Microwave News una fonte affidabile, chè è stata informata sui risultati. Nessun effetto è stato visto sui topi. La fonte ha chiesto che il suo nome non venisse utilizzata dato che NTP non ha ancora fatto un annuncio ufficiale. I ratti sono stati esposti a tre diversi livelli di esposizione (1.5, 3 e 6 W/Kg, esposizioni a corpo intero) e due diversi tipi di radiazione, GSM e CDMA.

Una coincidenza sorprendente?

E' importante sottolineare che nei ratti esposti sono stati trovati più alti tassi di due tipi di cancro: glioma, un tumore delle cellule gliali nel cervello, e schwannoma maligno del cuore, un tumore molto raro. Nessuno dei ratti di controllo non esposti ha sviluppato tali tipi di tumore.

Un certo numero di studi epidemiologici hanno collegato i telefoni cellulari sia ai gliomi che ai tumori delle cellule di Schwann. Lo studio Interphone, per esempio, ha trovato un'associazione tra l'uso di telefoni cellulari e gliomi.

La guaina che avvolge i nervi cranici - come quella che collega l'orecchio interno al cervello - è composto da cellule di Schwann. I tumori di queste cellule sono chiamati neurinomi acustici. In altri termini, un neurinoma acustico è un tipo di schwannoma. Almeno quattro differenti studi epidemiologici hanno trovato un'associazione tra l'uso di telefoni cellulari e neurinomi acustici.

Ron Melnick, che ha guidato il team che ha progettato lo studio NTP e che ora è in pensione, ha confermato il quadro generale dei risultati dettagliati dalla fonte confidenziale. "NTP ha testato l'ipotesi che le radiazioni del telefono cellulare potevano non causare effetti sulla salute e quella ipotesi ora è stata smentita," ha dichiarato in una intervista telefonica. "L'esperimento è stato effettuato e, dopo un'estesa fase di revisione, l'opinione generale è che c'e' un effetto cancerogeno."

Questi dati ridefiniscono la controversia delle radiazioni emesse dai telefoni cellulari," ha detto Melnick. La sicurezza dei telefoni cellulari è stata dibattuta per più di 20 anni, in particolare dopo che l'Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) ha classificato le radiazioni a radiofrequenza come un possibile cancerogeno per l'uomo nel 2011.

"Questo è un importante problema di salute pubblica in quanto le cellule che sono diventate cancerose nei ratti sono gli stessi tipi di cellule che sono stati segnalati svilupparsi nei tumori osservati negli studi epidemiologici," ha aggiunto Melnick. "Sarebbe veramente sorprendente se questo fosse una mera coincidenza."

Il progetto NTP sulle radiazioni, che è in corso da più di un decennio, è il più costoso intrapreso dal programma di tossicologia. Più di 25 milioni di dollari sono stati spesi finora.

Un'altra coincidenza interessante è che anche lo studio condotto dall'Istituto Ramazzini di Bologna con ratti esposti a campi ELF (Extremely Low Frequencies) ha sviluppato un aumento significativo di schwannoma maligno del cuore.

NTP supporta i risultati dello studio

Data l'importanza di questi risultati per la salute pubblica, NTP ha allertato i più alti livelli degli Istituti Nazionali della Salute (NIH), dove prudenza ha indotto ulteriori revisioni. Non sono stati identificate gravi carenze nei dati o nello svolgimento degli studi.

I dirigenti senior, tra cui Linda Birnbaum, direttore del National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS), che funge anche da direttore del NTP, e John Bucher, direttore associato del NTP, che si occupa dello studio sul telefono cellulare, supportano i risultati dello studio. Secondo la fonte, essi vedono come un imperativo per la salute pubblica la necessità di pubblicare i risultati.

Chris Portier, che un tempo svolgeva il lavoro di Bucher, concorda sul fatto che NTP stia facendo la cosa giusta. "Sarei fermamente convinto che dobbiamo condividere i dati con il pubblico il più presto possibile", ha detto in un'intervista. Lo studio del telefono cellulare è stato avviato mentre Portier era in servizio come direttore associato del NTP. Ora è in pensione, anche se continua a lavorare come consulente.

Dopo prolungate discussioni, le due agenzie federali responsabili della regolamentazione dell'esposizione alle radiazioni del telefono cellulare, la Food and Drug Administration (FDA) e la Federal Communications Commission (FCC), sono stati informati la scorsa settimana sui risultati. Non è chiaro come queste agenzie di regolamentazione intendano rispondere.

Tutte le varie agenzie sono ora in procinto di pianificare il rilascio dei risultati di NTP. Birnbaum Bucher hanno risposto a una richiesta di commenti su come verrà fatto.

Risultati inaspettati

Pochi esterni sono ancora a conoscenza dei risultati di NTP. Quando Microwave News ha informato sui risultati alcuni tra coloro che hanno seguito lo studio per anni, tutti hanno espresso sorpresa.

Infatti, in una intervista pubblicata anni fa, Bucher ha detto che si aspettava che i risultati mostrassero nessuna associazione esistente tra le radiazioni a radiofrequenza e il cancro.

"Tutti si aspettavano che questo studio fosse negativo", ha detto un funzionario governativo senior, che ha chiesto di non pubblicare il suo nome. "Partendo dal presupposto che le esposizioni sono state effettuate in modo da escludere effetti da riscaldamento, quelli che sostengono che gli effetti trovati sono impossibili si sbagliano," ha detto il funzionario (lo studio è stato progettato per garantire che la temperatura corporea dei ratti esposti aumentasse per meno di 1°C.)

"Questo è un punto di svolta, non c'è dubbio", ha detto David Carpenter, il direttore dell'Istituto per la Salute e l'Ambiente presso l'Università di Albany. "Si conferma quello che abbiamo visto da molti anni - anche se ora abbiamo prove su animali, così come negli esseri umani." Carpenter ha poi aggiunto, "La NTP ha la credibilità del governo federale. Sarà molto difficile per gli oppositori continuare a negare l'associazione. L'Istituto di Carpenter è un centro che collabora con l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

John Boice, il presidente del Consiglio Nazionale per la Protezione dalle Radiazioni e Misure (NCRP), è uno dei principali scettici. All'inizio del mese Boice ha dichiarato a un giornalista di Medscape Medical News "Per la maggior parte di noi, la questione del cancro al cervello e cellulari è stata risolta. Non vi è alcun rischio. Non vi è alcun meccanismo biologico e nessuno studio animale o studio cellulare che trova la prova riproducibile di un effetto".

Questo punto di vista è così profondamente sostenuto che nell'estate del 2014, NCRP ha esercitato pressione su Centers for Disease Control (CDC) per eliminare il consiglio alla prudenza da una scheda informativa sui telefoni cellulari.

Boice stava ridimensionando il report dello scorso anno dalla Germania da parte di Alex Lerchl che conferma uno studio precedente dimostrante la promozione tumorale indotta da sostanze chimiche tossiche in topi. Gli esperimenti del NTP non hanno usato alcun agente per creare le cellule tumorali negli animali.

Per quanto riguarda i meccanismi, solo un paio di mesi fa, Frank Barnes e Ben Greenebaum, due membri senior della comunità di ricerca sulla radiofrequenza, hanno annunciato che possono spiegare come dei bassi livelli di radiazione a radiofrequenza possano alterare i tassi di crescita delle cellule tumorali.

NTP RF Animal Project: Cronologia

1999 Nomina di FDA a NTP per test della radiofrequenza da dispositivi wireless
2001 NTP decide di sponsorizzare gli studi RF-cancro
2003 NTP sollecita proposte per gli esperimenti RF-cancro
2004 NTP emette una seconda richiesta di proposte
2005 NTP sottoscrive un accordo con IITRI in Chicago per l'effettuazione delle esposizioni
2007 I sistemi per l'esposizione realizzati da IT'IS sono installati a IITRI
2009 Si ritira lo sperimentatore capo Ron Melnick, gli succede Michael Wyde
2014-15 Completati gli studi di due anni di esposizioni
2016 Risultati disponibili

 

 


 

Articolo originale di Microwave News (26 Maggio 2016):

NTP releases Draft Cancer Report
Indirizzo dell'articolo originale:

http://microwavenews.com/short-takes-archive/ntp-cancer-report

NTP pubblica una relazione parziale

Questa sera, il National Toxicology Program (NTP) ha rilasciato una bozza di relazione sul suo studio relativo a telefoni cellulari e cancro. Linda Birnbaum, direttore del NIEHS, e John Bucher, il leader dello studio, presenterà il rapporto in una teleconferenza domani, Venerdì. essi sono il direttore e il direttore associato di NTP, rispettivamente.

La relazione pubblicata riguarda solo i ratti. Lo studio a corredo sui topi non ha trovato effetti sul cancro.

Per una copia della relazione, andare su bioRxiv.org. Essa include i commenti di alcuni di coloro che sono stati invitati a fare una recensione.

La storia di Microwave News su ciò che l'esperimento con i ratti del NTP mostra è qui.

Alcuni riferimenti mediatici apparsi il Venerdì mattina su Wall Street Journal, Mother Jones, Scientific American e Consumer Reports.

L'abstract della relazione riporta:

"Il National Toxicology Program US (NTP) ha svolto prolungati studi di tossicologia e cancerogenesi della radiazione a radiofrequenza a frequenze e modulazioni usate nell'industria delle telecomunicazioni americane. Questo rapporto presenta i risultati parziali di questi studi. Le occorrenze di due tipi di tumore in ratti maschi Harlan Sprague Dawley esposti a radiofrequenza, gliomi maligni del cervello e schwannomi del cuore, sono stati considerati di particolare interesse, e sono oggetto di questa relazione. I risultati di questa relazione sono stati esaminati da revisori esperti selezionati dal NTP e National Institutes of Health (NIH). Queste revisioni e risposte alle osservazioni sono inclusi come allegati alla presente relazione, e la revisione del documento attuale ha incorporato e affrontato questi commenti. Informazioni supplementari nella forma di 4 manoscritti aggiuntivi sono o saranno a breve sottoposti a pubblicazione. Questi manoscritti descrivono in dettaglio il progetto e le prestazioni del sistema di esposizione a radiofrequenza, la dosimetria delle esposizioni a radiofrequenza nei ratti e nei topi, i risultati di una serie di studi pilota che stabiliscono la capacità degli animali di termoregolarsi durante l'esposizione a radiofrequenza, e gli studi dei danni al DNA. Capstick et al., "A radiofrequency radiation reverberation chamber exposure system for rodents"; Yijian et al., "Life time dosimetric assessment for mice and rats exposed to cell phone radiation"; Wyde et al., Pilot studies of the National Toxicology Program's cell phone radiofrequency radiation reverberation chamber exposure system"; Smith-Roe et al, "Evaluation of the genotoxicity of cell phone radiofrequency radiation in male and female rats and mice following subchronic exposure. "