Una nuova ricerca del Professor Colin Pritchard dell'Università di Bournemouth (UK) pubblicata in Public Health Journal di Aprile 2013 ha trovato che il brusco innalzamento di morti per demenza e di altre malattie neurologiche non può essere imputato al fatto che si vive più a lungo.

L'aumento è causato dal fatto che una più alta porzione di persone anziane sono affette da tali condizioni – e quello che è veramente allarmante è che il fenomeno sta iniziando sempre prima e toccando persone sotto 55 anni.

Scarica traduzione in italiano

 

Link all'articolo