smart meterL'installazione di smart meters, ovvero di contatori 'intelligenti', ha provocato una forte ondata di proteste e di opposizione in molti stati degli USA, in Canada, in Australia, in UK.

Questi contatori rimpiazzano i tradizionali contatori delle reti di servizi quali fornitura gas, elettricità, acqua con contatori elettronici che si collegano all'infrastruttura della rete di collezione dei dati tramite collegamenti radio, sporadici ma impulsivi, che causano grande impatto sul benessere e sulla salute delle persone residenti, trattandosi di esposizioni a radiofrequenza di natura cronica a bassa intensità.

Nei paesi citati sopra, la loro introduzione è stata pianificata sulla base di un maggior controllo dei consumi, ma questo motivazione si è rivelata non veritiera, anzi le bollette domestiche sono schizzate in alto.Secondo i limiti di esposizione umana vigenti in tali nazioni, limiti ancora basati solo su effetti di natura termica causati dalla radiofrequenza/microonde sulle persone, tali dispositivi sono permessi.

In alcuni casi si è imposto con la forza l'installazione dello smart meter, anche contro la volontà del residente, negandogli la facoltà di 'opt-out', ovvero di continuare a usare un contatore tradizionale 'non smart' che non emettesse impulsi a radiofrequenza, arrivando persino all'uso della forza per entrare nelle proprietà private e installare tali dispositivi.

La posta in gioco relativa alla politica globale di introduzione pianificata di smart meters nelle residenze della gente comune è così alta che i gestori in certi casi sono arrivati perfino a ignorare le richieste di moratoria avanzate dai consigli comunali pubblici oppure hanno ignorato decisioni di rifiuto delle comunità locali avanzate riguardo la loro loro introduzione.

Un video (in inglese) della protesta tenutasi in California nel Dicembre 2014 per la decisione del gestore CPUC sulla politica di 'opt-out' è molto eloquente:


Nel video riportato sotto (in inglese) inoltre, l'audizione pubblica recentemente (Dicembre 2014) tenutasi in Arizona (USA). In questo video si può ascoltare la testimonianza del Dr. Martin Blank (al minuto 22), biochimico di fama mondiale e autore del recente libro 'Overpowered'.

smart meter arizona


In UK, la raccolta dei commenti ricevuti nel 2013 dalla Commissione su Energia e Cambiamenti Climatici è pubblicata qui (in inglese).

Il video seguente, girato a Berkeley, California, USA, mostra la natura impulsiva dei segnali in radiofrequenza emessi dagli smart meters gestiti da PG&E, con frequenza di circa un impulso al secondo davanti a un pannello contenente una batteria di smart meters di un gruppo di abitazioni.



Riferimenti:

[1] http://emfsafetynetwork.org/smart-meters/

[2] http://www.emfwise.com/smartmeters.php